Blog Il blog di eridentimed

DOLORE ALL'ANCA


A cura di Elena Zanfagna - Osteopata

Eridentimed, Arese (MI)

Tempo di lettura: 50sec


COME RICONOSCERE CHE IL DOLORE CHE SENTI E' CAUSATO DALL'ANCA?

L’articolazione coxo-femorale si trova tra bacino e gamba ed è rafforzata da una capsula spesso però soggetta a traumatismi o alterazioni patologiche.

Le lesioni aspecifiche più comuni sono: artrosi, distorsione, frattura, lussazione, borsite, tendinite, tenosinovite, necrosi.

Sintomatologia:

  1. dolore proiettato all’inguine
  2. regione anteriore della coscia
  3. trocantere
  4. area glutea.

ATTENZIONE però! Lombare, anca e sacro-iliaca condividono dei nervi, spesso infatti ci si confonde e non si riesce a capire qual è la causa del dolore.

Il dolore all'anca può essere aggravato da:

  • accovacciamento (la flessione schiaccia il femore nell’acetabolo)
  • fare le scale
  • camminare
  • distendersi sul lato opposto all’arto affetto

il dolore diminuisce in scarico ed è assente di notte.

Contrattura d'anca:

La contrattura limita la mobilità articolare (causata da disuso, paralisi, ossificazioni, traumi) provocando:

  1. rigidità anca
  2. limitazione dell’escursione articolare
  3. impossibilità a mantenere l’articolazione in posizione neutra
  4. dolore articolare alla mobilizzazione.

Una problematica d’anca può dare un dolore lombare (per l’inserzione dei mm/ adattamenti dovuti a problematiche di postura).

Quindi...come differenziare dalla lombare e dalla sacro-iliaca?

Sintomi lombare: Generalmente la sintomatologia è diffusa e il movimento doloroso è la flessione in avanti della schiena

Sintomi sacro iliaca: generalmente è trafittivo, monolaterale e puntiforme e il movimento doloroso è il cambio di posizione specialmente a letto (in scarico!!). Può dare sollievo fasciarsi e bloccare quella zona per ridurre il sintomo.






info & social

Facebook

YouTube

Instagram

Linkedin