Blog Il blog di eridentimed

FLUOROPROFILASSI


A cura di Dr. Fausto Sommaruga - Igienista Dentale,

Eridentimed, Arese (Mi)

Tempo di lettura: 1,21 min


La fluoroprofilassi è una tecnica utilizzata in odontoiatria che prevede la somministrazione di fluoro per andare a rafforzare lo smalto (remineralizzazione), componente fondamentale del dente, molto sensibile all’acidità prodotta dai batteri del metabolismo responsabile dell’insorgenza della tanto temuta CARIE.

Da chi viene eseguita?

L’igienista dentale al termine di ogni seduta di igiene orale professionale (PULIZIA DEI DENTI) esegue la fluoroprofilassi.

Quando viene eseguita la fluoroprofilassi?

La fluoroprofilassi viene eseguita al termine della seduta di igiene orale a seconda che l’igienista dentale lo ritenga opportuno. In realtà, inconsapevolmente, tutti eseguiamo una somministrazione di fluoro periodica. Infatti andando a lavarci i denti andiamo a utilizzare il dentifricio che contiene fluoro, attuando una remineralizzazione allo smalto ma anche attraverso cibi che assumiamo.

Come viene eseguita?

Il fluoro può essere somministrato in diversi modi:

• Mediante un gel contenente fluoro viene distribuito in apposite mascherine poi applicate su entrambe le arcate dentarie del paziente per circa tre minuti. Un’aspiratore viene collocato nel mezzo delle due mascherine cosi che possa aspirare saliva e residui di gel. Dopo i 3 minuti viene rimosso il tutto e aspirati i residui presenti senza far sciacquare e consigliando di non mangiare e bene per 20-30 minuti.

• Mediante vernici contenenti fluoro che vengono applicate dall’igienista dentale in casi di necessità.

A chi è maggiormente consigliata?

E’ consigliata in persone maggiormente soggette e predisposte a lesioni cariose, oltre che in pazienti che presentano piccole zone di carenza di smalto (demineralizzazioni) che potrebbero costituire stati iniziali di carie.






info & social

Facebook

YouTube

Instagram

Linkedin