Blog Il blog di eridentimed

QUANTI DIAFRAMMI CI SONO NEL CORPO?


A cura di Elena Zanfagna - Osteopata

Eridentimed, Arese (MI)

Tempo di lettura: 50sec


Quanti diaframmi oltre al muscolo respiratorio esistono?

Il muscolo diaframma è uno, ma in verità nel corpo possiamo contare almeno 4 diaframmi!

Per diaframma infatti si intende una struttura trasversale che divide due compartimenti del nostro sistema – gestisce le pressioni e il drenaggio dei liquidi all’interno del corpo alzandosi e abbassandosi.

I diaframmi principali sono:

  • Tentorio: si trova nel cranio ed è in stretta relazione con le due ossa temporali (dietro le orecchie!)
  • Diaframma toracico: quello che usiamo per respirare!
  • Diaframma pelvico: è una sorta di complesso mm-tendineo-fasciale che circonda e delimita gli orifizi. Ha funzione di sostegno, i mm non hanno una gran funzione motoria appunto perché la sua funzione principale è di tipo propriocettivo.

Il pavimento buccale (“il pavimento della bocca”) e lo stretto toracico superiore sono considerati comunque dei diaframmi!

Come si comportano queste strutture?

Per mantenere una pressione dei fluidi costante e fisiologica (evitando tensioni asimmetriche) i diaframmi dovrebbero abbassarsi in maniera sincrona per evitare aumenti di pressione fra un diaframma e l’altro.

Modello di Zink:

Sapevi che in osteopatia esiste un modello chiamato “Zink"? Questo considera: tentorio, stretto toracico, diaframma e bacino.

Secondo Zink uno schema compensato è uno schema che preveda l’alternanza delle rotazioni dei quattro diaframmi (testa ruotata a sx, STS a dx, respiratorio sx, pelvi dx) perché in tal modo si ha capacità di compenso. Persone ruotate da uno stesso lato o ruotate non omogeneamente risultano non compensate.

Cosa c'entra l'osteopatia?

L’osteopata può aiutarti a gestire meglio gli scambi che avvengono all’interno del corpo anche grazie al trattamento manipolativo dei diaframmi!!






info & social

Facebook

YouTube

Instagram

Linkedin